Iscriviti alla Newsletter della Fondazione Baracchi per ricevere gli aggiornamenti
Privacy e Termini di Utilizzo

facebook bloggeryoutube

sol
 

Fondazione Giuseppe e Adele Baracchi Onlus

Sede legale: Viale F.Turati 84
52011 Bibbiena (AR)
C.F. 94002370511
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.




assifero logo socio

Eventi Musicali e Teatrali

I teatranti vanno in scena

7 Giugno 2002 - Teatro Dante-Ponte a Poppi: I teatranti vanno in scena , contributo e collaborazione all'esibizione degli studenti che hanno seguito il laboratorio teatrale del Liceo Scientifico di Poppi sul tema dell'amore ispirato al simposio di Platone, regia di Alessandra Aricò, coordinamento Prof. Maria Antonietta Falco, introduzione di Giovanni Abignente (psicologo).

Teatranti del Liceo Scentifico di Poppi a.s.2001/02

Ilenia Bartolini, Claudia Bartolini,Jacopo Ceccherini,Gessica Cenni, Lian Chatterton-Mates, Rossella Cirillo, Emilia Coccimiglio, Elisa Fognani, Luca Innocenti, Marco Lenzi, Lucia Nassini, Alessia Raggioli, Sara Ulivelli, Lucio Veltroni

I giorni 6 e 7 giugno 2002 al Teatro Dante di Ponte a Poppi, i "Teatranti", ovvero gli studenti che hanno seguito il laboratorio teatrale del Liceo Scientifico di Poppi, si sono esibiti nello spettacolo di fine corso con la regia di Alessandra Aricò, il sostegno organizzativo della coordinatrice Prof. Antonietta Falco e la collaborazione della Fondazione. Lo spettacolo dal titolo "Insalada de ossos (y flores)", era un insieme divertente e profondo di poesia, musica, danza, prosa, volto a scandagliare l'essenza dell'amore e dell'eros in due millenni di letteratura.
 
Dal Platone del Simposio, allo Shakespeare di Romeo e Giulietta, ai testi della stessa Aricò, i ragazzi hanno affrontato con grinta e ironia tematiche complesse e interessanti. Si sono susseguite così le liriche di Saffo e Catullo, recitate anche nelle rispettive lingue originali, i tentativi di un Socrate giovane di spiegare agli allievi l'amore, e le coreografie delle allieve della scuola di teatro danza che la Aricò presiede a Firenze, fino ad un gran finale affidato alla regista stessa. Un incoraggiamento, per questi attori in erba, a proseguire nella strada teatrale.
Alessandra Aricò

Regista ed interprete di spettacoli di teatrodanza e teatro. Insegna teatrodanza, danza ed espressione teatrale. Collabora con compositori, musicisti classici e contemporanei, cantanti lirici, compagnie teatrali tra le quali la Nuova Accademia del Teatro d' Arte NATA .

 

"Questo Amore" di J. Prevert

voce: A. Aricò

Questo amore, questo amore, cosi' violento Cosi' fragile Cosi' tenero Cosi' disperato Questo amore Bello come il giorno Cattivo come il tempo Quando il tempo è cattivo Questo amore cosi' vero Questo amore cosi' bello Cosi' felice Cosi' gioioso Cosi' irrisorio Tremante di paura come un bambino quando è buio Cosi' sicuro di sé Come un uomo tranquillo nel cuore della notte Questo amore che faceva paura Agli altri E li faceva impallidire Questo amore tenuto d'occhio Perché noi lo tenevamo d'occhio Braccato ferito calpestato fatto fuori negato Cancellato Perché noi lo abbiamo braccato ferito calpestato fatto fuori Negato cancellato Questo amore tutt'intero Cosi' vivo ancora E baciato dal sole È il tuo amore È il mio amore È quel che è stato Questa cosa sempre nuova Che non è mai cambiata Vera come una pianta Tremante come un uccello Calda viva come l'estate Sia tu che io possiamo Dimenticare E poi riaddormentarci Svegliarci soffrire invecchiare Addormentarci ancora Sognarci della morte Ringiovanire E svegli sorridere ridere Il nostro amore non si muove Testardo come un mulo Vivo come il desiderio Crudele come la memoria Stupido come i rimpianti Tenero come il ricordo Freddo come il marmo Bello come il giorno Fragile come un bambino Ci guarda sorridendo Ci parla senza dire E io l'ascolto tremando E grido Grido per te Grido per me Ti supplico Per te per me per tutti quelli che si amano E che si sono amati Oh si' gli grido Per te per me per tutti gli altri Che non conosco Resta dove sei Non andartene via Resta dov'eri un tempo Resta dove sei Non muoverti Non te ne andare Noi che siamo amati non t'abbiamo Dimenticato Tu non dimenticarci Non avevamo che te sulla terra Non lasciarci morire assiderati Lontano sempre più lontano Dove tu vuoi Dacci un segno di vita Più tardi, più tardi, di notte Nella foresta del ricordo Sorgi improvviso Tendici la mano Portaci in salvo.

Audio tratto da:"Questo amore " di J. Prevert recitato da A. Aricò ________________________(Attendere qualche minuto per l' ascolto)

facebook bloggeryoutube

Iscriviti alla Newsletter della Fondazione Baracchi per ricevere gli aggiornamenti
Privacy e Termini di Utilizzo

sol
 

Fondazione Giuseppe e Adele Baracchi Onlus

Sede legale: Viale F.Turati 84
52011 Bibbiena (AR)
C.F. 94002370511
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.